DATA CENTER E SERVIZI

Durata: due giorni
Codice: NSSN

Il corso introduce le reti di storaging di tipo SAN che fanno utilizzo del protocollo Fiber Channel in contesti Data Center di medie e grandi dimensioni. Vengono quindi esposti i protocolli di tipo SoIP (Storage over IP), più diffusi in contesti di piccole e medie aziende, ed i protocolli di tipo FCoE (Fiber Channel over Ethernet) che si propongono la convergenza delle reti Fiber Channel con le reti Ethernet a 10 Gbs.
In base alla introduzione delle tecniche di virtualizzazione, finalizzate a ridurre i costi di investimento e di esercizio dei Data Center, è prevista, nella seconda parte, una sezione relativa alla virtualizzazione dello spazio di storage concepito sempre più come una risorsa logica indipendente dal supporto fisico vero e proprio. L’agenda prevede infine cenni sulle tematiche di Business Continuity & Recovery Services (BCRS).

Durata: quattro giorni
Codice: NSNSV

Lo sviluppo delle reti a larga banda, delle tecniche di Business Continuity Recovery Services (BCRS), congiuntamente alla necessità di accedere ad aree virtuali di memoria di grande capacità e affidabilità distribuite sul territorio, hanno contribuito allo sviluppo dello “Storage Area Networking” e alla recente evoluzione dello Storage over IP (SoIP). Si verifica così il consolidamento di standard e la convergenza di due diverse aree tecnologiche (FCS ed IP) che 

agevolano la diffusione dei sistemi di storage in rete. Il corso prende in considerazione alcuni standard recenti dello SNIA (Storage Networking Industry Association), le istanze che stanno contribuendo alla diffusione delle tecnologie di storage, lo stato dell’arte in termini di soluzioni industriali e lo scenario dei prossimi anni.
La virtualizzazione è una tecnologia software ampiamente sperimentata che sta rapidamente trasformando il panorama IT e cambiando dalle fondamenta il modo di utilizzare le risorse informatiche. Consente ad un server fisico di ospitare più macchine virtuali, condividendo le risorse del singolo server attraverso differenti ambienti. I server virtuali e i desktop virtuali consentono di ospitare differenti sistemi operativi e applicazioni localmente e in remoto, annullando tutti i problemi delle infrastrutture fisiche e superando i limiti geografici.

Inoltre il miglior utilizzo delle risorse hardware porta ad importanti risparmi di costi sia di capitale che di energia consumata. Aumentano anche la disponibilità delle risorse, migliora e si semplifica la gestione dei desktop, aumenta il livello di sicurezza dell’infrastruttura. In una infrastruttura virtuale è anche possibile migliorare i processi legati al disaster recovery.

Durata: due giorni
Codice: NSDC

In una grande organizzazione pubblica o provata, il Data Center costituisce il punto nevralgico della erogazione dei servizi informatici e della memorizzazione dei dati critici. Nel Data Center, gli elementi architetturali e tecnologici dei vari sottosistemi appaiono così articolati da richiedere una progettazione accurata sia in termini di dimensionamento che di soluzioni per la scalabilità e la sicurezza.
Nei Data Center esistenti è richiesta una continua opera di reingegnerizzazione finalizzata ad ottimizzare i costi di esercizio e ad assicurare alle applicazioni critiche i dovuti livelli di servizio. La virtualizzazione dei server e della storage, ad esempio, comportano spesso una revisione della intera infrastruttura, sia per i server veri e propri, che per la parte rete e storage.

Durata: due giorni
Codice: NSCDN

La crescita del numero di utenti di Internet e l'evoluzione tecnologica del mondo Web (immagini, applet e file audio/video, animazioni multimediali arricchiscano sempre di più le pagine html) generano un aumento costante del volume di traffico in rete. I vecchi modelli di accesso ai servizi sono ormai inadeguati per garantire nuove caratteristiche di qualità, affidabilità, disponibilità e scalabilità. Il Content Delivery Networking rispondendo a pieno a queste esigenze propone nuove architetture di fruizione dei servizi utilizzando meccanismi di bilanciamento di carico e di distribuzione delle risorse che fino ad oggi non erano possibili. Allo stesso tempo il CDN permette l’abilitazione, nelle reti con accessi a banda larga, di servizi innovativi, come ad esempio lo streaming, prospettando ai Service Provider nuove opportunità di business. tecnologie di trasporto della voce su infrastrutture IP sono ormai più che consolidate. Numerosi costruttori offrono oggi soluzioni integrate valide e a costi relativamente accessibili.

Small Strokes

Per richiedere uno di questi corsi, scaricare il modulo ed inviarlo via fax al numero 02-93660960 

oppure, per maggiori informazioni, contattateci via e-mail all'indirizzo segreteria@ncp-italy.com

Il valore della conoscenza.

  • Facebook - Bianco Circle
  • LinkedIn

©2020 NCP  - Via Pio VIII, 38/D  - 00165 Roma - P.IVA : 03621260961